Avviso – Rivolto ai familiari dei 122 macchinisti prematuramente deceduti negli ultimi sette anni.

Avviso – Rivolto ai familiari dei 122 macchinisti prematuramente deceduti negli ultimi sette anni.

Condividi su:

Share on facebook
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Secondo il nostro penoso conteggio, sono 122 i macchinisti che, negli ultimi sette anni, sospettiamo possano essere stati vittime di patologie mortali collegabili al grave peggioramento della normativa di lavoro dell’ultimo ventennio.

Con il Dott. Vito Totire, Medico del Lavoro, è stata valutata la possibilità di effettuare un’analisi dei singoli lavoratori, prioritariamente con finalità conoscitiva/epidemiologica.

Poi, persona per persona, sarà fatta sia una valutazione eziologica (cioè sulle cause) che di fattibilità dei percorsi previsti per legge (assicurativo, civile, penale).

Questo, ci rendiamo perfettamente conto, non potrebbe mai compensare la dolorosa perdita da voi subita, ma permetterebbe di ottenere un po’ di giustizia e potrebbe anche risultare utile per prevenire ulteriori tragiche morti tra i macchinisti ancora in servizio.

Infatti, stante le difficoltà di ottenere i dovuti e giusti riconoscimenti, anche chi poi non volesse procedere darebbe un grande contributo alla causa dell’accertamento delle cause professionali e quindi farebbe un’importante azione di solidarietà nei confronti di chi ha contenziosi in corso o potrebbe averli in futuro.

Invitiamo quindi chi di voi fosse intenzionato a percorrere questa strada a contattarci. L’invito è esteso a chi ha subito una patologia di rilievo ed è riuscito ad affrontarla con le terapie adeguate (anche “diabete” visto che può correlarsi a lavoro notturno con maggiore evidenza dopo periodi lunghi) ed anche a chi voglia segnalare eventi “vecchi” fuori della lista citata dei 122 lavoratori.

La redazione di Ancora in Marcia

Lascia un commento

Sfoglia articoli:

POTREBBE INTERESSARTI: