SCIOPERO GENERALE

SCIOPERO GENERALE

Condividi su:

COMUNICATO / APPELLO

Per fermare la guerra, l’economia di guerra e il governo della guerra

I sindacati di base hanno proclamato per il prossimo 20 maggio uno sciopero generale di tutte le categorie, “per fermare la guerra, l’economia di guerra e il Governo della guerra

La decisione è stata presa durante un’assemblea che ha visto partecipare tantissime sigle e che ha denunciato “l’aggravarsi della situazione politica ed economica a causa del proseguimento dei combattimenti sul campo che generano morte e distruzione.”

L’assemblea si è espressa “in modo netto contro l’invio delle armi nei territori in guerra e l’aumento delle spese militari che vanno nella direzione opposta a quella della pace richiesta a gran voce dai molti.

Tali decisioni “disegnano uno scenario di guerra ‘decennale’ come ipotizzato dal governo USA, accompagnato da un regime interno di recessione economica e contestuale iper inflazione con il conseguente aumento della disoccupazione e un immiserimento generalizzato dei settori popolari a cui si aggiungono ulteriori elementi di economia di guerra come la recente decisione del Parlamento di togliere l’iva sulla commercializzazione delle armi e contestualmente di tagliare i fondi per sanità e servizi sociali.”

Alla guerra i sindacati di base vogliono contrapporre “la lotta per la pace e la necessità immediata di una nuova scala mobile (detassata) per i salari e un reddito garantito a tutti i disoccupati.”

All’iniziativa dello sciopero generale proclamato da tantissimi sindacati di base hanno aderito partiti politici, gruppi e movimenti, tra cui l’Associazione Augusto Castrucci proprietaria della nostra testata e la Cassa di Solidarietà Ferrovieri.

Nel settore trasporto ferroviario (esclusa l’impresa Trenord) lo sciopero è proclamato da SGB, CUB e USB, secondo le seguenti modalità:

Personale Mobile

dalle 21.00 del 19 maggio alle 21.00 del 20 maggio

Personale manutenzione, impianti fissi e uffici

intera giornata del 20 maggio

Anche i ferrovieri scioperano “contro il militarismo del Governo italiano, che invia armi nel conflitto ucraino mentre continua a chiederci lacrime e sangue per sostenere una guerra che noi detestiamo”.

Il riferimento è non solo alla guerra in Ucraina ma anche alle “altre decine di guerre sanguinarie e dimenticate nel mondo”.

Lo sciopero è quindi per la pace, contro l’economia di guerra, contro l’invio di armi e l’aumento delle spese militari.

La redazione di Ancora In Marcia!

Di seguito le citta, gli indirizzi e orario in cui si svolgeranno le manifestazioni

Torino P.za Arturo Graf ore 10,00

Genova L.go Pertini ore 10,30

La Spezia via Vittorio Veneto 2 ore 10,30

Milano P.za Cairoli ore 9,30

Venezia Alle Zattere in fondamenta dei Gesuiti, ore 10,00

Bologna P.za XX Settembre ore 10,30

Reggio Emilia Porta Santa Croce – Via Roma 0re 10,00

Firenze P.za Adua ore 10,30

Pisa P.za XX Settembre ore 9,00

Roma P.za della Repubblica ore 10,30

Palermo P.za Massimo ore 10,00

Catania Via Etnea ang. Via Prefettura ore 10,00

Messina P.za Unità d’Italia ore 10,00

Cagliari Via Torino – presso Comando Militare Sardegna

Napoli P.za del Municipio ore 9:30

Adesioni allo sciopero

ADL Associazione a Difesa dei Lavoratori Varese

AMR Controvento

Assemblea Antimilitarista

Associazione Abbasso La Guerra

Associazione Amici Della Mezza Luna Rossa Palestinese

Associazione Augusto Castrucci – le Lotte dei pensionati

Associazione Cassa Di Solidarietà Tra Ferrovieri

Associazione Culturale – Rossosispera (MI)

Associazione Hacking Labs APS (LU)

Associazione Obbiettori di Coscienza

Avanzata Proletaria

Baia del re (MI)

Cagliari Social Forum

Centro Studi Italia Cuba

Circolo anarchico umbro SanaUtopia

CLA – Coordinamento Lavoratori Autoconvocati

COBAS Pubblico Impiego – Lombardia

COBAS Sardegna

Comitato Madri per Roma Città Aperta

CONUP – Cordinamento nazionale unitario pensionati

Coordinamento Livornese per il ritiro delle missioni militari italiane all’estero

C.S.I. Confederazione delle Sinistre Italiane

CUB Confederazione Unitaria di Base

Democracia Obrera (Stato Spagnolo)

FAI Federazione Anarchica italiana

FGC Fronte della Gioventù Comunista

Fronte Militante per la ricostruzione del Partito Comunista

Fronte umanista Europe for Peace

Giornale ODISSEA e tutti i suoi collaboratori

Gruppo Anarchico “KRONSTADT” (AN)

Laboratorio Politico Iskra

LOC – Disarmisti esigenti

Madri contro l’operazione Lince-Contro la repressione

Mamme in piazza per la libertà del dissenso

Movimento di Lotta – Disoccupati 7 Novembre

Movimento INVENTAREILFUTURO

Movimento NO Muos

Movimento per il diritto all’abitare (RM)

Non Una Di Meno Livorno

Padova di tutti

Partito CARC

Partito Comunista dei Lavoratori – PCL

Partito marxista-leninista italiano

Partito Umanista

PCI Partito Comunista Italiano

Peacelink

Potere al Popolo

Rete Kurdistan Italia

Reti Di Pace

Rifondazione Comunista

SGB Sindacato Generale di Base

SI COBAS

Sinistra Unita per Bologna

SLAI Cobas per il sindacato di classe

SLAI Cobas Provinciale di Milano

SLAI Cobas

SLS Sindacato Lavoro e Società

Truda dei comunisti anarchici Sicilia

UNICOBAS

Unione Inquilini nazionale

USB Unione Sindacale di Base

USI Unione Sindacale Italiana

USI CIT Unione Sindacale Italiana CIT

 ——-

99 POSSE

Donatella Di Cesare – Filosofa

Avv. Cesare Antetomaso – Esecutivo Giuristi Democratici

Luca Baiada

Vauro Senesi (Vauro)

Prof. Paolo Maddalena – Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale

Guglielmo Forges Davanzati Professore di Economia Politica Università del Salento

Avv. Giuseppe Libuti – Attuare la Costituzione

Avv. Giuseppe Marziale

-Vito Totire, medico portavoce Rete europea per l’ecologia sociale

Luca (Zulù) Persico – artista

Nicoletta Dosio

Haidi Gaggio Giuliani

Angelo Gaccione – Scrittore MI

Giuseppe Bruzzone – pensionato ex obiettore di coscienza

Guglielmo Zanetta segretario-HAMICI GPM

Valentina Amadori educatrice precaria

Rosalba Meloni

Alido Contucci

Emanuele Visciglia – Operaio della Mossini spa, Pescate (Lc)

Dr.ssa Letizia Grossi Medico Psichiatra

Angelo Peccerillo

Nicolino Longo – poeta (Cs)

PER CONTATTI E ADESIONI: scioperogenerale20maggio@gmail.com

Lascia un commento

Sfoglia articoli:

POTREBBE INTERESSARTI: